Disturbi alimentari

 

I Disturbi del Comportamento Alimentare si riferiscono a tutti quei disturbi in cui è presente un rapporto alterato con l’alimentazione e con la percezione del proprio corpo.
La relazione con il cibo diventa, in questi casi, un pensiero dominante nella vita della persona che soffre di questo disagio ed è caratterizzata da un pensiero spesso ossessivo sull’alimentazione.
In base al tipo di disturbo, può essere presente un’attitudine a fagocitare i pasti in modo disordinato, una tendenza all’astinenza e al digiuno, una propensione ad adottare condotte di eliminazione come il vomito o il ricorso a lassativi, una modalità ritualizzata di gestire il momento dell’ingestione di cibo.

Spesso il controllo sulla nutrizione è accompagnato da un altrettanto rigido controllo sul peso corporeo, in funzione del quale è organizzata e gestita, più o meno compulsivamente, la quantità e qualità di pasti da consumare.

Il rapporto con il cibo assume caratteristiche diverse da persona a persona ed è notevolmente influenzato da fattori culturali infatti, oltre a variare da popolazione a popolazione, risente anche del contesto storico-culturale in cui l’individuo è calato.
 
Un  disturbo alimentare può essere considerato tale quando, il comportamento finalizzato al controllo del cibo e del peso corporeo, ha il potere di condizionare in modo disfunzionale la sfera affettiva, lavorativa, familiare e sociale della persona e, soprattutto, influire negativamente sul benessere psico-fisico.
 
I Disturbi del Comportamento Alimentare spesso portano a conseguenze organiche di gravità variabile che possono incidere pesantemente sullo stato di salute dell’individuo e alterano l’equilibrio omeostatico dell’organismo.

I Disturbi del Comportamento Alimentare più diffusi e più conosciuti sono:

Quando è presente un disturbo alimentare di grave entità, una psicoterapia o, a seconda dei casi, un trattamento integrato che monitori anche l'aspetto medico-organico, può rivelarsi di grande utilità per le persone che vogliono riconquistare il controllo sul proprio corpo e sul proprio benessere.